Si tratta di un tipo di agricoltura intensiva, spesso a monocoltura, ad elevato consumo energetico che punta decisamente allo sfruttamento del terreno, ergo ad un sensibile ritorno produttivo. Essa prevede l’uso di sostanze chimiche di sintesi, utilizzate a scopo fertilizzante, antiparassitario e diserbante.
Volendo sintetizzare il termine “frutta e verdura – convenzionale” potremmo convenire che trattasi di prodotti “tradizionali”.